Karpathos

Destinazione: Grecia

Tipo Vacanza: Vacanze Mare

Periodo: Giugno - Settembre 2019

La Nostra Proposta

Da: € 500

Scarica Allegato

Karpathos, la nostra Scarpanto, è la seconda isola più estesa del Dodecaneso, dopo l’isola di Rodi, ed
è situata sulla rotta marittima che collega l’isola di Creta a Rodi. Questa collocazione strategica la rende
un ponte naturale tra Creta e la Turchia.

8 giorni 7 notti

 

Valido al 19.06.2019, pubblicato il 18.04.2019

Informazioni Generali

•    Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio.
E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen.
Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si prega di consultare l’Approfondimento “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero” sulla home page di questo sito.
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato della Grecia presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Si consiglia di portare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio e di custodire gli originali in luoghi sicuri.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Accesso al monte Athos: in base ad una normativa del 1998, i turisti stranieri di sesso maschile interessati a visitare il Monte Athos possono rivolgersi direttamente per la prenotazione all’Ufficio della Sacra Sovrintendenza (“Iera Epistasia”) per i “Pellegrinaggi alla Sacra Montagna” (“Office of Pilgrimage to the Holy Mountain”) al seguente indirizzo: Odos Egnatia, 109 Salonicco (tel: 0030.2310.252578, fax: 0030.2310.222424). L'Ufficio è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00, mentre il sabato è aperto dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
Il permesso di soggiorno vero e proprio (“Diamonitirion”) verrà poi rilasciato presso l’Ufficio “Diamonitiria” della Sacra Sovrintendenza del Monte Athos, sito ad Ouranopoli, in Calcidica, al momento dell’ingresso nel territorio del Monte Athos. Il costo per i visitatori stranieri è di 30 euro, mentre per gli studenti stranieri muniti di apposita dichiarazione di studio  il costo è di 10 euro.

Formalità valutarie: l’Euro è la moneta in uso anche in Grecia dal gennaio 2002. Per i cittadini dell’Unione Europea non sono pertanto previste particolari formalità valutarie, in aggiunta alle regolamentazioni vigenti nello stesso settore in Italia.
Si segnala che sono tuttora  in vigore alcune lievi misure di controllo dei capitali 
(su prelevamenti all'estero per i greci e transazioni aziendali) che non valgono per le transazioni e i prelievi presso gli sportelli automatici degli istituti di credito locali con carte bancomat o di credito emesse da banche estere.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 19.06.2019, pubblicato il 18.04.2019

Sicurezza

•    Indicazioni generali, ordine pubblico, criminalità
Permane nel Paese la possibilità di manifestazioni e scioperi, in particolare nel settore pubblico, suscettibili di sfociare in disordini e violenze. Nella capitale, le manifestazioni avvengono soprattutto in piazza Syntagma (davanti al Parlamento), in piazza Omonia e nelle zone adiacenti (zona di Panepistimiou e via Akademias), nel quartiere di Exarchia (dove si registrano talvolta azioni violente da parte di gruppi anarchici) e nei pressi del Politecnico (situato in prossimità del Museo Archeologico e dell’Istituto Italiano di Cultura). E’ necessario prestare attenzione a eventuali avvertenze della Polizia locale tenendosi lontani dai luoghi di eventuali assembramenti nelle maggiori città del Paese.

•    Rischio terrorismo
Il terrorismo rappresenta una minaccia globale. Nessun Paese può essere considerato completamente esente dal rischio di episodi ricollegabili a tale fenomeno.

•    Rischi ambientali e calamità naturali
Le ultime stagioni sono state caratterizzate da incendi particolarmente violenti, che in alcuni casi hanno provocato vittime tra la popolazione locale e i turisti.
Focolai anche di vaste estensioni possono essere frequenti nel corso della stagione estiva. Si raccomanda cautela, in particolare nelle zone boschive. In caso di necessità si  consiglia di mantenersi informati sui media sugli sviluppi della situazione (consultando anche il sito della Protezione Civile ellenica https://www.civilprotection.gr/en sul quale sono disponibili cartine del rischio incendi) e di attenersi alle indicazioni delle Autorità locali (visitare www.civilprotection.gr/en/forest-fires per informazioni ed istruzioni in caso di incendio)”.
Il territorio greco e’ caratterizzato da elevata attivita’ sismica. Il rischio e’ diffuso con varie intensita’ su tutto il territorio. Le Regioni che hanno mostrato in epoca recente la maggiore attività sono le seguenti: l'"arco" Cefalonia – Zante – Peloponneso Occidentale, Kithira – Creta e Dodecaneso; il Golfo di Corinto; il Mare Egeo Settentrionale.
Per maggiori informazioni: http://www.gein.noa.gr/en/seismicity/earthquake-catalogs
http://www.gein.noa.gr/en/seismicity/maps

 

•    Avvertenze
Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio sul portale DOVESIAMONELMONDO;
- prestare estrema attenzione e prudenza nell'utilizzo dei ciclomotori a noleggio sulle isole greche. I numerosi incidenti - anche mortali - che si registrano sono dovuti alla precaria manutenzione delle strade, all'usura dei mezzi presi in affitto, all'inesperienza e imprudenza di molti conduttori, anche locali, e ad una mancata osservanza del Codice della strada. Per quanto riguarda l'uso dei quadricicli "quad", si rappresenta quanto riportato nel Codice della Strada ellenico: "le motociclette a quattro ruote leggere e pesanti (QUAD) dotate di un motore a combustione interna con cilindrata fino a 125 centimetri cubici non possono circolare su strade e spazi asfaltati di cui all'articolo 1 ("Il Codice della Strada si applica su vie/strade e spazi che vengono utilizzati per la circolazione pubblica di veicoli, pedoni e animali", art. 1). Queste strade possono essere attraversate solo trasversalmente (art. 31 della L. 4530/2018 e art. 40 del Codice della Strada)". Tale divieto non si applica se alla guida del "quad" vi sono soggetti destinatari da specifici atti amministrativi o conducenti che abbiano superato con successo apposita formazione speciale. Si ricorda che il "quad" è considerato uno sport estremo, che per difficoltà di conduzione necessita abilità di guida specifiche, date le peculiarità e la pericolosità del mezzo, onde scongiurare il ricorrente rischio di sbandamento e ribaltamento ed incidenti dalle conseguenze spesso molto gravi. Sono giunte diverse segnalazioni di polizze assicurative che prevedono specifiche clausole di esclusione per sinistri/decessi avvenuti a seguito dell'utilizzo dei "quad", non coprendo eventuali spese di rimpatrio salma, il trasporto sanitario o altro.
- usare obbligatoriamente il casco in caso di guida di ciclomotori su tutto il territorio nazionale. le agenzie di noleggio sono quindi tenute a fornire il casco al cliente. Si raccomanda di prestare attenzione affinché' venga noleggiato un casco omologato e in buono stato di conservazione, adeguato al mezzo che si affitta (meglio indossare un casco integrale o un casco aperto, ma corredato di maschera per gli occhi) e durante l'uso del veicolo non indossare sciarpe avvolte intorno al collo (specialmente se si prende posto sul sedile del passeggero) che potrebbero essere agganciate dalle ruote durante la corsa. Si raccomanda di assicurarsi che il veicolo che si affitta sia in buone condizioni e di controllare che esso sia adeguatamente assicurato. Si sconsiglia di lasciare in consegna il proprio documento di identità e/o la propria patente di guida al momento del noleggio (fornire eventualmente delle copie). Si raccomanda di sottoscrivere una polizza assicurativa con la più ampia copertura possibile per i danni a cose, a persone ed al mezzo noleggiato anche se il costo della polizza e del noleggio dovesse risultare superiore. Sono difatti numerosi i casi di connazionali che sono chiamati a rispondere in solido per il risarcimento dei danni causati dagli incidenti o dai furti e che incontrano successive difficoltà, anche di carattere legale, connesse ai risarcimenti. Si sottolinea che in caso di minacce o di altri comportamenti ritenuti penalmente rilevanti occorre sporgere formale denuncia presso le Autorità di Polizia locali al fine di poter interessare compiutamente gli organi competenti. Si suggerisce di richiedere la sottoscrizione del contratto di noleggio anche in lingua inglese. Si raccomanda di porre massima attenzione alle clausole della polizza assicurativa che si stipula prima di intraprendere il proprio viaggio, con particolare riferimento alle clausole riportate in caratteri piccoli ed alle eventuali clausole di esclusione della copertura assicurativa (ad esempio, il mancato utilizzo del casco potrebbe essere una clausola di esclusione in caso di sinistro);
- tenere presente che se viene noleggiato un motociclo o veicolo ad una persona che non ha la patente di guida necessaria, viene comminata al locatore, al locatario e al conducente, se quest'ultimo non ha la patente necessaria, una multa molto elevata, che aumenta in caso di recidiva e che può condurre al sequestro del motociclo o del veicolo (art. 31 del Codice della Strada). Vigono inoltre severe disposizioni per la guida in stato di ebbrezza (art. 42 del Codice della Strada);
- prestare attenzione per quanto attiene ai servizi di noleggio di monopattini elettrici, disponibili nelle maggiori città del Paese. Attualmente non vi sarebbe alcuna disposizione del codice stradale che ne regolamenti l’utilizzo e non esisterebbero relative coperture assicurative per i conducenti anche in termini di salvaguardia in caso di sinistro;
- prestare attenzione ai casi di furto del motociclo, che si verificano nelle isole più turistiche. In questo caso non assecondare la richiesta del proprietario del negozio del fitto dei motorini di essere subito rimborsato con denaro contante quando non è responsabilità del cliente il furto o qualsiasi altro pagamento relativo ad esso. In caso di furto di motorino affittato, si raccomanda di sporgere immediatamente denuncia presso le Autorità di Polizia locali;
- una volta giunti in Grecia si raccomanda di circolare con la fotocopia del documento di identità con il quale si è fatto ingresso nel Paese (è consigliabile avere una copia sia in formato cartaceo, sia in formato elettronico), lasciando l'originale in luogo sicuro;
- prestare attenzione ai furti in località a forte presenza turistica. Per quanto concerne la capitale, si consiglia particolare riguardo verso i propri effetti personale nelle zone del centro (specialmente in piazza Monastiraki e nel quartiere di Plaka) e sulla linea della metropolitana che collega l'aeroporto Internazionale Eleftherios Venizelos al centro città;
- usare sempre la massima prudenza nel viaggiare in automobile rispettando il Codice della Strada e non superando i limiti di velocità. Numerosi sono i turisti italiani coinvolti incidenti stradali, anche gravi, a causa in genere dell'alta velocità, del tasso alcolemico superiore al consentito e dell'esistenza di strade strette e sconnesse. I sinistri, che avvengono spesso nel periodo estivo e nelle isole, non sono di facile gestione a causa delle difficoltà linguistiche, delle strutture sanitarie assai inadeguate o della lontananza dai principali centri urbani del Paese;
- non firmare verbali di Polizia redatti in greco, qualora si incorresse in una infrazione, se non si è in grado di comprenderli e si invita ad insistere nella richiesta di potersi avvalere di un traduttore, previsto dalla normativa locale, e di avvisare l' Ambasciata o l'Ufficio Consolare Onorario più vicino. In caso di incidente stradale, soprattutto se vi siano lesioni personali a terzi, occorre tenere presente che se si intende procedere penalmente contro il responsabile, la Polizia potrebbe trattenere anche il denunciante per molte ore in attesa di chiarire l'accaduto, e che se, a propria volta, si è denunciati dalla controparte, scatta automaticamente lo stato di fermo;
- in caso di parcheggio di divieto di sosta, la Polizia stradale/Vigili urbani, oltre a emettere la contravvenzione, sequestra anche le targhe dell'autovettura per la durata di 20 giorni. Il ritiro delle targhe potrà  essere effettuato solo in seguito al pagamento della multa e all'esibizione del biglietto che dimostri la data del rientro in Italia.
- utilizzare agenzie di viaggio affidabili e meritevoli della più ampia fiducia, soprattutto per quel che concerne la scelta dei luoghi di alloggio, di ristorazione e dei mezzi di trasporto;
- verificare prima della partenza e durante il soggiorno la regolare erogazione dei servizi (porti, aeroporti, ferrovie, ospedali, ecc.) e la percorribilità delle strade, tenendosi informati attraverso i media locali ed internazionali;
- evitare, in caso di viaggi con mezzi propri, specialmente al momento dell'imbarco per l'Italia, di dare passaggi ad estranei, anche dietro compenso, e di accompagnarsi a persone sconosciute. Il rischio maggiore è quello di entrare in contatto con persone collegate al traffico illegale di stupefacenti e di veicoli rubati, e d'incorrere in reati di favoreggiamento dell'immigrazione illegale o di associazione per delinquere finalizzata al contrabbando, reati considerati particolarmente gravi in Grecia e puniti con pene particolarmente severe;
- evitare, soprattutto ad Atene, di lasciare l'autovettura di notte in parcheggi incustoditi e dotarsi di assicurazione contro incendi e vandalismi. E' altresì sconsigliabile lasciare documenti e bagagli nelle vetture parcheggiate, in particolare nella capitale;
- non praticare il campeggio libero in quanto è vietato su tutto il territorio;
- tenere presente che sull' isola di Santorini potrebbero verificarsi improvvise interruzioni nell'erogazione della corrente elettrica;
- esercitare prudenza nel visitare la Tracia e non abbandonare le principali arterie stradali.

•    Normative locali rilevanti

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga
L'uso e/o il possesso personale di stupefacenti può comportare pene di reclusione (fino ad alcuni anni di carcere). Si sono registrati diversi casi di cittadini italiani condannati a pene molto severe per trasporto e spaccio di stupefacenti.
Il possesso per uso personale anche di modiche quantità di droga leggera può peraltro comportare l’arresto e la condanna a pene detentive che possono raggiungere i dieci anni di carcere con l’aggiunta di sanzioni pecuniarie. Si segnala che in Grecia non è consentito il possesso del metadone, nemmeno per uso personale.
Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori
La legislazione locale in materia è severa.
Va, inoltre, ricordato che - coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) -  vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata d’Italia o i Consoli Onorari, Vice Consoli Onorari, Agenti Consolari o Corrispondenti Consolari presenti nel Paese per la necessaria assistenza.

Navigazione, pesca e immersioni subacquee: le immersioni con le bombole sono consentite solo con le scuole autorizzate o dietro permesso delle Autorità portuali e comunque soltanto in determinate zone. Verificare che vi sia nella regione una camera iperbarica in caso d’emergenza. Le Autorità greche sono molto severe nei controlli sulle immersioni, soprattutto al fine di evitare la sottrazione di reperti archeologici sottomarini, reato considerato particolarmente grave in Grecia per il quale sono previste pene severe.
È consentita solo la pesca praticata con la canna, sportiva e per diletto, previa richiesta di apposita licenza.
A chi naviga in acque greche con imbarcazioni da diporto, si ricorda di prestare molta attenzione al momento del rifornimento di carburante in quanto, se si dovesse verificare una perdita in mare, anche per colpa del fornitore, il proprietario dell’imbarcazione è comunque sanzionato amministrativamente con multe pecuniarie onerose e sarà successivamente sottoposto anche a un procedimento penale.

Normativa sulla caccia: per informazioni relative alla normativa sulla caccia si consiglia di consultare il sito www.ksellas.gr aggiornato regolarmente dalle  Autorità locali.


 

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 19.06.2019, pubblicato il 18.04.2019

Situazione sanitaria

•    Strutture Sanitarie
Le strutture sanitarie pubbliche sono mediamente affollate e nel periodo estivo può diventare difficile ricevere assistenza che comunque è in generale appena sufficiente e nelle isole addirittura molto carente.
Per i casi più gravi spesso mancano attrezzature e medici specializzati. Si segnala che negli ospedali pubblici i servizi di pronto soccorso sono forniti con un sistema di turnazione insufficiente nel periodo estivo. Il personale medico in genere conosce le lingue straniere (inglese e talvolta l’italiano). Le farmacie sono numerose, ma anch'esse operano con un sistema di turnazione (la maggior parte sono chiuse il lunedì e il mercoledì pomeriggio, il sabato e la domenica tutto il giorno anche d’estate).
Non sussistono particolari difficoltà nel reperire farmaci.

•    Malattie presenti
Non si registrano malattie endemiche.
Si segnala una recente recrudescenza del Virus del Nilo Occidentale - trasmesso attraverso le punture di zanzare infette – gia' manifestatosi negli anni scorsi soprattutto, ma non esclusivamente, nelle regioni del Nord della Grecia (Macedonia e Tessalia), nonché nell’Attica.
 Per ulteriori approfondimenti, si consiglia di consultare la pagina del Ministero della Salute.
Negli ultimi anni si sono registrati in Grecia casi di malaria autoctona (Peloponneso meridionale, Attica, Tessalonica). La malaria è una malattia infettiva trasmessa dalla puntura della zanzara Anophele.
Si consiglia, durante la permanenza, di prestare particolare attenzione soprattutto all'alba e al tramonto, nel periodo primaverile ed estivo, adottando adeguate precauzioni quali indossare vestiario che copra le braccia e le gambe, dormire in locali forniti di zanzariere o di aria condizionata, fare uso di repellenti per insetti.
Si consiglia inoltre di consultare le Info Sanitarie – Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara” sulla home page di questo sito.

•    Avvertenze
I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) nel Paese (Stato membro dell'Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall'assistenza sanitaria pubblica locale, se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) chiamata Tessera Sanitaria. Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare la propria ASL o il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it   (Aree tematiche "salute e cittadino"; assistenza italiani all'estero e stranieri in Italia).
Il possesso della tessera TEAM consente l’accesso alle strutture sanitarie pubbliche locali, tuttavia esse possono rivelarsi insufficienti e spesso inadeguate per le emergenze e i casi più gravi, soprattutto sulle isole.

Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

•    Vaccinazioni obbligatorie
Nessuna

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Valido al 19.06.2019, pubblicato il 18.04.2019

Viabilita

Patente: italiana
Per la guida in Grecia dei motocicli 50 cc, sotto i 125cc e massima potenza 11kw è necessaria la specifica patente di guida (categoria A).
Per la guida in stato di ebbrezza è previsto il ritiro della patente, l’arresto ed il possibile sequestro del veicolo, nonché la condanna a pene detentive, eventualmente commutabili in sanzioni pecuniarie.

In linea generale la restituzione di patenti ritirate dalle Autorità elleniche per violazioni del Codice della Strada avviene dopo aver scontato l'eventuale pena e previa produzione della documentazione comprovante il pagamento della multa comminata.

Le competenti Autorità Elleniche solitamente o fanno pervenire la patente di guida ritirata agli Uffici dell'Ambasciata di Italia in Atene, oppure direttamente alla Motorizzazione in Italia (le tempistiche possono variare). Nel caso in cui il documento fosse reso all'Ambasciata, questa provvede - comunque non prima che sia trascorso il previsto termine della sospensione - a trasmettere la patente alla Direzione Generale per la Motorizzazione Civile, la quale restituisce il documento al suo titolare.

Per informazioni sulle multe comminate dalla Polizia Municipale o dalla Polizia Stradale Elleniche si consiglia di fare riferimento alle Rappresentanze Diplomatiche Elleniche presenti sul territorio italiano (i cui recapiti si possono trovare al seguente indirizzo: https://www.mfa.gr/italy/it/the-embassy/

Trasporti
I collegamenti con l’Italia possono essere di due tipi: via aerea e via mare.
Gli aeroporti di Atene e Salonicco forniscono voli diretti quotidiani con l’Italia (Roma e Milano). Il tempo di volo è di circa 1h50’ da Roma e 2h10’ da Milano. Durante il periodo estivo molte altre città italiane sono collegate con le principali città e isole greche attraverso voli charter. Via mare, la Grecia è raggiungibile dall'Italia con traghetti di linea e charter che quotidianamente collegano Bari, Brindisi, Ancona e Venezia con Igoumenitsa e Patrasso.

Per i turisti che si spostano con camper e roulotte, si suggerisce di informarsi preventivamente, soprattutto in caso di trasferimento sulle isole, sulla sussistenza o meno di divieti di circolazione e/o di sosta. Si è infatti riscontrato che in diversi casi le suddette limitazioni non vengono adeguatamente segnalate presso le biglietterie di imbarco. In tutta la Grecia i pochi cartelli stradali sono solo in greco, salvo rare eccezioni nelle località turistiche. Inoltre, la scarsa segnaletica consiglia di avvalersi di carte stradali molto dettagliate: le recenti modifiche della rete stradale greca e, in particolare, delle principali arterie di comunicazione di Atene impongono l’utilizzo di cartine aggiornate: è consigliabile acquistarle direttamente all’arrivo in Grecia. E’ altresì consigliabile munirsi di cartine molto dettagliate anche se ci si reca in un’isola: qui, infatti, la rete stradale è molto difettosa e incerta e, se non si dispone di tali mappe, ci si può trovare di fronte ad una via interrotta o impraticabile ai comuni mezzi di trasporto.

Come previsto dall’art.4 del Decreto Ministeriale del Min. delle Finanze nr. 247/13 (G.U. 195/B/6.4.1988), coloro che non sono residenti in Grecia e vi si trovano in via temporanea possono utilizzare il proprio automezzo in via privata senza sottoporlo a dogana e immatricolazione per una durata di 6 mesi, continuativi o distribuiti nell’arco dell’anno. Tale durata può essere prolungata per altri 9 mesi, sempre con il presupposto che l’automezzo sia adibito ad uso privato. Qualora fosse adibito a uso professionale, tale durata può essere prolungata soltanto per altri 3 mesi.
Per coloro che si trovano in via temporanea in Grecia per motivi di studio o specializzazione pre e post lauream, tale durata ha validità per l’anno scolastico, calcolato dal 1 ottobre al 30 settembre dell’anno successivo.
Per coloro che si trovano in via temporanea in Grecia poiché impiegati presso Enti pubblici greci e non in qualità di esperti,  la durata e’ di 3 anni.
Per coloro che si trovano in via temporanea in Grecia in qualità di docenti presso Istituti di formazione superiore e universitaria greci e stranieri (oggetto di specifici accordi bilaterali),  tale durata corrisponde a quella del contratto lavorativo.
Si raccomanda, infine, a coloro che, sfortunatamente, fossero coinvolti in incidenti stradali, di fotografare sia le parti danneggiate della macchina, sia le parti rimaste indenni ai fini delle successive pratiche di indennizzo (vedi Avvertenze voce SICUREZZA)

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Richiesta Informazioni