Messico

Destinazione: Messico

Tipo Vacanza: Viaggi su Misura

Periodo: Marzo - Novembre 2020

Durata: 15 Giorni e 14 Notti

La Nostra Proposta

Da: € 3265

Scarica Allegato

Una terra antica, ricca di cultura, tradizioni e panorami affascinanti.

Ammirerete l’imponenza delle Piramidi Atzeche e dei templi Maya di Uxmal e Chichen Itza, le rovine di Palenque, il colorito mercatino di San Cristobal, le Cattedrali barocche, la grandiosità dei Canyon e lo spettacolo delle singolari cascate di Agua Azul e dei Cenotes.

Lasciando un po' di tempo per un bagno nelle trasparenti acque del Mar dei Caraibi.

 

 

 

Dati Paese

Capitale: Città del Messico
Popolazione: 120.000.000
Superficie: 1.958.201 km2
Fuso orario: -7h rispetto all'Italia nella capitale
Lingue: spagnolo, dialetti amerindi (nahuati, maya, mixteco, otomi, zapoteco).
Religioni: cattolica in larga maggioranza.
Moneta: Peso messicano (MXN)
Telefonia: in Messico funzionano la reti AMPS e GSM. Si possono noleggiare telefoni cellulari.
Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 0052
Clima: il Messico è un Paese sub-tropicale e presenta una gran varietà di climi che si possono ricondurre a tre tipologie:
- Desertico e semi desertico: in alcuni Stati del nord del Paese (Bassa California del Sud, Sonora, Durango, ecc.) con scarse precipitazioni, alta temperatura diurna e bassa temperatura notturna;
- Temperato: sull’altopiano oltre i 2000 metri sul livello del mare (Città del Messico, Puebla, Toluca, San Luis Potosi, Aguascalientes etc.). In inverno il clima è molto secco (a partire dal mese di dicembre), temperatura gradevole nelle ore diurne e forte escursione termica notturna (20º C a mezzogiorno, 5/6º C all’alba). In primavera vi sono scarse precipitazioni, la temperatura è in continua ascesa (25/30º C diurna; 15/20º C notturna). In estate le precipitazioni – generalmente pomeridiane e notturne – sono abbondanti e mitigano il clima, con un abbassamento graduale della temperatura da settembre a dicembre. Sull’altopiano (Guadalajara, Cuernavaca, tra 1.200 e 1.500 metri sul livello del mare) si registra un clima da temperato a caldo
- Tropicale: presente su tutte le coste ed al sud di Città del Messico. La temperatura è alta nei mesi invernali (25/30º C ) e molto elevata nel resto dell’anno (35/40º C ), con piogge nei mesi estivi e possibili fenomeni ciclonici (uragani), orientativamente da giugno ad ottobre.

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese. Per  eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori”.

Visto d’ingresso: non necessario per turismo fino a 180 giorni di permanenza nel Paese.Terminato il suddetto periodo occorre uscire dal Paese.  Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare il sito web www.inm.gob.mx.
All’arrivo nel Paese il turista deve compilare un formulario disponibile presso le Autorità locali, i principali aeroporti e le diverse compagnie aeree. Occorre, altresì, pagare una tassa aeroportuale, normalmente inclusa nel costo del biglietto aereo emesso in Italia, che è contraddistinta dalla sigla “UK”. In caso la tassa non fosse stata inclusa nel biglietto, occorre pagarla al momento di lasciare il Paese. Consigliamo di verificare sul sito web www.inm.gob.mx. l’importo della tassa aeroportuale, soggetto a modifiche. Il pagamento deve essere effettuato presso lo sportello bancario dell’aeroporto dopo aver compilato un formulario presso gli uffici aeroportuali “Emigración”. Lo smarrimento del formulario (FMT) non prevede il pagamento di una multa se sul biglietto aereo è presente la sigla UK. In caso contrario, è previsto il pagamento di 500 pesos (circa 30 Euro).

Il visto è obbligatorio per coloro che si recano nel Paese per motivi diversi da turismo (studio, affari ecc.) e va richiesto presso le Rappresentanze Diplomatico-Consolari del Messico in Italia (Roma e Milano).
Per quanto concerne le attività di osservatori internazionali e quelle di carattere umanitario - procedure di ingresso nel Paese - si informa che è obbligatorio richiedere un apposito permesso di soggiorno. Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il link dell’Istituto Nazionale di Immigrazione Messicano http://www.inm.gob.mx/index.php/page/tramites “Italia”, “Visitar Mexico” e “Observadores”. In base a recenti disposizioni, inoltre, in caso di diniego da parte dell’Autorità messicana, l’interessato dovrà attendere tre mesi prima di poterlo richiedere nuovamente. Per maggiori informazioni rivolgersi alla Sezione Consolare dell'Ambasciata del Messico in Italia (via mail: seccion.consular@emexitalia.it; telefonicamente: +39 06441151; o consultando il sito: www.sre.gob.mx/italia). A connazionali già in Messico intenzionati a svolgere tali attività, si raccomanda di attenersi alle procedure indicate dall’Istituto.

Formalità valutarie e doganali: è consentito introdurre beni per un valore equivalente a 300 US$ a persona per via terrestre e 500 US$ per via aerea o marittima. Per i beni il cui valore eccede tale importo si deve pagare un’imposta globale del 16% sul valore totale eccedente dei beni.
Non esiste, invece, alcuna restrizione per l’introduzione di somme di denaro fino a 10.000 US$. Somme superiori a 10.000 US$ devono essere dichiarate nell’apposito formulario relativo all’importazione di valuta che viene fatto compilare al momento dell’ingresso nel Paese.

Viaggiatori con Animali: i viaggiatori con cani e/o gatti devono essere muniti di un certificato sanitario rilasciato dalle competenti Autorità italiane almeno 5 giorni prima dell’arrivo in Messico e di un certificato di vaccinazione anti-rabbica.

Ambasciata e Consolati

Ambasciata d'Italia Città del Messico
Av. de las Palmas, 1994
Lomas de Chapultepec
11000 Messico, D.F.
Tel.: +52 55 5596 3655
Fax: +52 55 5596 7710, 5596 2472
E-mail: segreteria.messico@esteri.it

Sito web: www.ambcittadelmessico.esteri.it

Consolati
-  Consolati Onorari:

CANCUN

(circoscrizione: Stato di Yucatán – Municipi di Benito Juarez e Isla Mujeres)
Sig. Filippo STRANO
Avenida Bonampak 77, Mz. 20, Lt. 29-01, Loc. 301
Supermanzana 3
CP 77500, Cancun, Quintana Roo
Tel. +52 (998) 2513522
e-mail: cancun.onorario@esteri.it

GUADALAJARA
(circoscrizione: Stati di Jalisco e Colima)
Sig. Fabio Toticchi

Plaza Bonita,
Av. México 3370, Local 24-C
Col. Monraz
C.P. 44670 Guadalajara (Jalisco)

Tel: +52 (33) 36161700
e-mail: guadalajara.onorario@esteri.it

MONTERREY
(circoscrizione: Stati di Nuevo León e Coahuila)
Ing. Roberto CARUSO
Abasolo N. 834 Oriente
Col. Barrio Antiguo
Monterrey, N.L. C.P. 64650 - Messico

Tel.: (01) (81) 83420714
e-mail monterrey.onorario@esteri.it

PLAYA DEL CARMEN
Dr. Italo SAMPABLO
Avenida 10 Norte 345 (entre 30 y 32 frente al Deportivo Mario Villanueva)

C.P. 77710 Playa del Carmen - Quintana Roo
Tel.: +52 (984) 147 7782
e-mail:
playacarmen.onorario@esteri.it
 
PUEBLA

(circoscrizione: Stato di Puebla e Tlaxcala)
Sr. Stefano STORTONI
Calzada Zavaleta n. 3920, local 2

Col. Sta. Cruz Buenavista
C.P. 72170 Puebla, Puebla

Tel.: (222) 2834.169
e-mail: puebla.onorario@esteri.it
 
TAMPICO
(circoscrizione : Stato di Tamaulipas)
Lic. Juan DI COSTANZO ZARAGOZA
Ave. Madero Oriente n.502

Col. Unidad Nacional
Ciudad Madero, Tamps.
C.P. 89410 - Messico
Tel.: (01) (833) 22.40.404 Interno170
Fax: (01) (833) 22.40.404 Interno 171
e-mail:
tampico.onorario@esteri.it
 
VERACRUZ

(circoscrizione: Stato di Veracruz, Tabasco e Campeche)
Dr. Emilio ZILLI DEBERNARDI
Tlacotalpan n.16
Fracc. Tampiquera
94290 Boca del Rio, Ver. - Messico
Tel.: (229) 9860891
e-mail:
veracruz.onorario@esteri.it

Vice Consolati e Agenzie Consolari Onorarie:

BAJA CALIFORNIA

(circoscrizione: Stati di Baja California e Baja California Sur)
Sig. Edoardo GURGO SALICE
Calle Marcelo Rubio 2030 (entre Allende y Rosales) - Col. Centro
23000, La Paz, B.C.S.

Tel.: 612 1.22.57.28
e-mail: crconsulgurgo@hotmail.com

CHIAPAS
(circoscrizione: Stato del Chiapas)
Sra. Gabriella ROSATO
Calle Tulija 32 (entre Geranios y Hortensias) - Col. Los Laureles
29020, Tuxtla Gutierrez, Chiapas
Tel.: 961 1185261
Email: consolarechiapas@gmail.com

OAXACA
(circoscrizione: Stato di Oaxaca)
Sra Ingrid Santilli Swanton
Cell. (951) 1198160
e-mail:
oaxaca.onorario@esteri.it

QUERETARO
(circoscrizione: Stati di Queretaro, San Luis Potosí, Hidalgo e Guanajuato)
Dott. Leonardo FRANCHINI
Ave. La Noria, 201
Parque Industrial Queretaro
76220 Querétaro
Tel:  (442) 1535353
e-mail: queretaro.onorario@esteri.it

Informazioni utili

Nel Paese
Polizia, Vigili del fuoco, Ambulanze
: 060 – 066
Numero unico di emergenza su tutto il territorio in caso di incidenti, aggressioni o altro tipo di emergenze: l 911.

In Italia
Per gli indirizzi e recapiti delle Ambasciate e dei Consolati del Paese accreditati in l’Italia, consulta il sito del Ministero degli Esteri

Indicazioni per operatori economici

Gli imprenditori italiani interessati ad avviare attività economico-commerciali o a effettuare investimenti possono rivolgersi all’ICE.

Istituto per il Commercio con l’Estero (ICE):
Campos Eliseos N. 345 – Edificio Omega – 7° piano
Col. Polanco
11560 Messico D.F.
Tel. (0052) 55 5280 8425/ 5281 3928/ 5281 3943/ 5281 3950/ 5281 3957
Fax (0052) 55 5280 2324
E-Mail: messico@messico.ice.it
 
Camera di Commercio Italiana in Città del Messico:
Av. Presidente Mazarik N. 490 – Of.na 801
Col. Polanco
11550 México, D.F.

Tel. (0052) 55 5282 2500 
Fax (0052) 55 5282 2500 int. 2
E-mail:
info@camaraitaliana.com.mx
Web: www.camaraitaliana.com.mx

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

 La situazione di sicurezza nel Paese è condizionata dalla diffusione della delinquenza comune ed organizzata, con scontri tra bande rivali, e tra queste e le forze di sicurezza.
Nella Capitale si verificano furti e rapine, in particolare nei luoghi affollati (metropolitana, terminal di autobus, mercati). Si raccomanda in particolare di evitare i quartieri di Tepito e Iztapalapa e, nella cintura urbana, le zone di Ecatepec, Naucalpan, Ciudad Nezahualcoyotl (Estado de México).

Per la situazione di sicurezza in specifiche aree del Paese si consulti la sezione: Aree di particolare cautela.
Si sono verificati casi di sequestri di persona a scopo di estorsione e c.d. "sequestri virtuali" (in alcuni casi viene estorto denaro direttamente alla vittima, sotto la pressione di minacce; in altri casi viene fatto credere ai familiari che un loro congiunto sia stato sequestrato).
Si possono verificare manifestazioni di protesta nella capitale e in altre parti del Paese. 

Rischio terrorismo

Il terrorismo rappresenta una minaccia globale. Nessun Paese può essere considerato completamente esente dal rischio di episodi ricollegabili a tale fenomeno.

Rischi ambientali e calamita' naturali

Nel mese di settembre 2017 il Messico è stato colpito da due forti terremoti. Il primo (del 7 settembre, di magnitudo 8.2) ha provocato la morte di 98 persone, colpendo la regione costiera al confine tra gli Stati di Oaxaca e Chiapas e in particolare il Municipio di Juchitán
Il secondo terremoto (del 19 settembre, di magnitudo 7.1) ha interessato l’area metropolitana di Città del Messico, lo Stato di Puebla (in particolare il capoluogo Puebla e i Municipi di Atlixco e La Mixteca) e lo Stato di Morelos (soprattutto il capoluogo Cuernavaca ed il Municipio di Jojutla). 
Stati costieri del Sud-Pacifico, Jalisco, Colima, Michoacán, Guerrero, Oaxaca e Chiapas sono zone ad alto rischio sismico. Città del Messico e l’intera zona centrale denominata “Valle de México”, a causa delle condizioni del sottosuolo, risentono di terremoti il cui epicentro si può trovare ad oltre cento chilometri di distanza. 
In caso di emergenza terremoto è possibile contattare il cellulare dell’Ambasciata - prefisso: 0052(1) chiamando da utenza estera o 044/5 da fisso messicano o senza prefisso da cellulare messicano; numero: 5554372596) - e/o il numero verde 01 800 0041300 del Centro Nazionale di Comunicazioni della Protezione Civile Messicana.

La Costa pacifica e la zona del Golfo del Messico, con particolare riferimento alla penisola dello Yucatan, sono interessate da fenomeni ciclonici, orientativamente nel periodo da giugno ad ottobre. E’ opportuno informarsi prima della partenza sulla situazione meteorologica a destinazione, attraverso il proprio agente di viaggio e consultando i sito siti Internet della Protezione Civile messicana (www.proteccioncivil.gob.mx, nella sezione “Alertamientos”), del Servizio Meteorologico Nazionale (http://smn.cna.gob.mx/es) e del Cenapred (Centro Nacional de Prevencion de Desastres) https://www.gob.mx/cenapred/ nonché attraverso gli organi di informazione.
Una volta in loco, si raccomanda ai connazionali massima cautela, evitando le zone ove maggiore
potrebbe essere l'esposizione al rischio, ed attenendosi scrupolosamente ai suggerimenti ed agli eventuali avvisi emessi dalle Autorità locali.
Per ulteriori approfondimenti consultare anche la voce l’Approfondimento: “Allarmi Meteo”.

Vulcano Popocatepetl: l’attività del vulcano Popocatepetl è da monitorarsi costantemente. Il vulcano, situato a sud-est di Città del Messico, produce esalazioni di vapore, acqua e gas e lieve pioggia di ceneri e non è per il momento causa di rischi per la popolazione che vive nelle aree circostanti. In occasione di eventi di maggiore intensità, si potrebbero verificare interruzioni delle attività dell’aeroporto di Puebla e di Cittá del Messico a causa della presenza di cenere vulcanica nell’aria. Il livello di allerta e' attualmente: Giallo - fase II (per informazioni sui livelli: http://files.cenapred.gov.mx/es/publicacionesRelevantes/CARTEL_SEMAFORO_ALERTA_VOLCANICA.pdf ). La Protezione Civile, oltre ad aver predisposto un piano operativo da attivare nel caso di eruzioni violente, richiede alle popolazioni di non permanere nel raggio di 12 km dal vulcano. Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorita' locali e di mantenersi informati sull'attivita' vulcanica attraverso li sito del Centro Nacional de Prevención de Desastres (CENAPRED), www.gob.mx/cenapred o l'account Twitter della Protezione Civile messicana @CNPC_MX.  

Aree di particolare cautela

Si raccomanda di evitare i viaggi nello Stato di Guerrero: nelle principali città (Chilpancingo, Acapulco) e nelle zone rurali hanno avuto luogo numerosi episodi di violenza. In caso di viaggio verso destinazioni turistiche in questo Stato è consigliabile effettuare trasferimenti in aereo.

Si raccomanda di evitare viaggi non indispensabili nello Stato di Tamaulipas, teatro di frequenti scontri a fuoco tra forze di sicurezza e membri di gruppi criminali.

Si consiglia altresì di limitare i viaggi, adottando la massima cautela negli spostamenti, nello Stato di Jalisco, teatro di gravi scontri tra cartelli del narcotraffico e le forze di sicurezza, che hanno interessato anche le grandi città della zona, generando numerose vittime.

Si raccomanda di prestare la massima cautela in caso di spostamenti anche nei seguenti Stati dove si registra un’ intensa presenza di gruppi criminali:
-   Estado de Mexico 
-   Sinaloa, Sonora, Nuevo Leon, Coahuila, Chihuahua, Baja California e Baja California Sur

-   Michoacan e Colima
-   Zacatecas e Guanajuato 
-   Veracruz.

Si registrano casi di rapina, in particolare di notte, ai danni di pullman adibiti a trasporto pubblico e turistico in alcuni altri Stati del Messico (in particolare Chiapas, Jalisco, Città del Messico, Estado de Mexico e Veracruz).

Alcune aree dello Stato di Puebla sono state teatro di scontri a fuoco tra forze di sicurezza e gruppi dediti al fenomeno diffuso dei furti di idrocarburi.
 Penisola dello Yucatan:
si tratta di una zona di grande afflusso turistico, in particolare le località di Cancún, Playa del Carmen e Tulum, in cui sono possibili episodi di furti di denaro, documenti, e rapine, talvolta con esito fatale per le vittime.

La strada costiera (Cancun-Tulum), è spesso scena di incidenti causati dall’imprudenza dei guidatori, dalla presenza di camion e ruspe e dalla scarsa illuminazione notturna.

Chiapas: sono state segnalate rapine a danno di stranieri o richieste di “pedaggi” nell’attraversamento di comunità rurali. Si raccomanda di non avventurarsi fuori delle strade statali. La fine del conflitto e il progressivo ritiro dell’Esercito dal territorio del Chiapas hanno comportato un miglioramento nella situazione interna alla regione.  Alcune popolazioni indigene, non vedono di buon occhio la presenza di stranieri, a volte irrispettosi degli usi e delle tradizioni locali. Si consiglia di non scattare fotografie senza avere ottenuto il necessario permesso.

In previsione di qualsiasi tipo di viaggio nelle località sopra menzionate, si raccomanda di adottare misure di prudenza e di mantenersi il più possibile aggiornati sulla situazione della sicurezza, anche attraverso il proprio agente di viaggio ed i mezzi di comunicazione, attenendosi sempre alle indicazioni impartite dalle Autorità locali.

In coincidenza con il fenomeno di flussi migratori provenienti dall’Honduras e diretti in Messico, attraverso il Guatemala, potrebbero verificarsi problemi alle frontiere. Si raccomanda pertanto di evitare il passaggio delle frontiere terrestri in tali zone e di seguire le indicazioni delle Autorità locali.

 

Avvertenze

Si raccomanda di:
- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO;
- evitare le zone interessate dalle manifestazioni ed ogni tipo di assembramento;
- non recarsi in zone isolate o percorrere sentieri poco battuti mantenendosi nei luoghi più frequentati (spiagge sorvegliate degli hotel, principali ristoranti, bar, discoteche). Si suggerisce al riguardo di informarsi presso le strutture locali;
- evitare di circolare a piedi nelle ore notturne e in zone appartate o poco affollate e di non indossare gioielli e beni di lusso anche nelle zone più eleganti della Capitale;
-
prestare particolare attenzione e di adottare opportune cautele nel conservare i propri documenti e mezzi di pagamento;
- mantenere la calma in caso di rapina e di non tentare di fuggire o opporre resistenza per ridurre il rischio di reazioni violente, spesso con esiti gravi, da parte degli aggressori; si sono verificati casi di tentativi di estorsione anche danni di stranieri, contattati nella camera d’albergo o sul cellulare, con ripetute chiamate dal contenuto minaccioso e richieste di denaro. Con lo stesso metodo possono essere organizzati anche “sequestri virtuali” in cui la vittima viene indotta a recarsi in un determinato luogo indicato da criminali che formulano richieste di “riscatto” con minacce di morte; in altri casi viene fatto credere che un familiare sia stato sequestrato. In simili circostanze si raccomanda di mantenere la calma, di non assecondare le richieste, di avvisare immediatamente la polizia e l’Ambasciata e, possibilmente, di cambiare alloggio;
-  esercitare massima cautela nell’uso dei trasporti pubblici;
- utilizzare esclusivamente taxi su prenotazione dell’albergo o del ristorante. Anche se in diminuzione, rimangono frequenti i sequestri a bordo di taxi non riconosciuti. Se si é per strada, utilizzare esclusivamente taxi “de sitio” (che possono anche essere prenotati in anticipo per telefono). Una volta all’interno del taxi, si raccomanda di non rivelare in nessun caso informazioni o dettagli personali, anche nel corso di eventuali conversazioni telefoniche, e di non accettare bevande o alimenti;
- viaggiare unicamente su autobus di prima categoria ed adottare la massima prudenza nelle stazioni di sosta per il cambio di vettura. Precauzione fondamentale per chi viaggia in auto è di seguire le autostrade principali piuttosto che le strade secondarie e, soprattutto, non viaggiare mai durante le ore serali o notturne;
-
la guida in stato di ebbrezza è severamente punita dalle Autorità di Polizia che, soprattutto durante le ore notturne, in prossimità di bar e locali, opera fermi ed arresti nei confronti di chi è sospettato aver ingerito quantità eccessive di alcol. Non sempre l’Ambasciata viene prontamente informata in caso di fermo prolungato.
- al fine di evitare disguidi, presentarsi al terminal con almeno tre ore di anticipo rispetto all'orario di partenza. Il Ministero degli Esteri messicano ha comunicato le nuove disposizioni di sicurezza aeroportuale che prevedono in particolare una serie di ulteriori controlli dei bagagli delle persone su voli internazionali. Inoltre è severamente vietato scattare fotografie nelle aree di controllo migratorio e doganale dell’aeroporto.

Dal gennaio 2017 e’ stato attivato il numero unico di emergenza su tutto il territorio nazionale. Il numero da comporre in caso di incidenti, aggressioni o altro tipo di emergenze e’ il 911.

Normative locali rilevanti

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droghe: la legislazione messicana è molto severa in materia di traffico e possesso di stupefacenti; l’uso personale è vietato. Anche il solo uso di droghe leggere o di funghi allucinogeni (“Peyotes”) è considerato reato. I casi di connazionali detenuti in Messico rientrano quasi tutti in questa categoria. Nonostante l’impegno delle Autorità locali le strutture carcerarie del Paese continuano a presentare alti indici di violenza, con possibilità che si verifichino violazioni dei diritti fondamentali.
In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si raccomanda di informare immediatamente l’Ambasciata per la necessaria assistenza.
Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: si ricorda che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.
Normativa migratoria: è molto importante rispettare la legislazione locale in materia migratoria (durata del titolo di soggiorno FMT), nonché il divieto assoluto per il turista di esercitare attività lavorative considerate di carattere politico. Per quanto riguarda le violazioni di quest’ultimo punto, si fa presente che l’articolo 33 della Costituzione messicana permette al Governo di espellere i cittadini stranieri con procedura immediata, senza possibilità di appello o richiesta di sospensione.

Informazioni per le aziende

Si consiglia alle aziende italiane che inviano tecnici o maestranze anche solo per brevi missioni nel Paese, di adottare specifiche misure di sicurezza e di attenersi alle disposizioni impartite dalle autorità locali in materia di trasferimenti di personale straniero. Le aziende italiane sono invitate a registrare la presenza di proprie maestranze su DOVESIAMONELMONDO e a segnalarle all’Ambasciata d'Italia a Città del Messico.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Strutture sanitarie

La quasi totalità delle strutture sanitarie pubbliche non rispecchia gli standard europei e comunque non è prevista dalla legislazione nazionale alcuna forma di assistenza pubblica ai cittadini stranieri. Le strutture sanitarie private (che variano da un buon livello ad un medio livello) offrono tutti i tipi di interventi e cure, ma sono estremamente onerose.

Malattie presenti

Città del Messico soffre di un cronico inquinamento atmosferico. Nel corso della stagione secca (da novembre a maggio), gli indici di ozono e di particelle contaminanti nell’atmosfera raggiungono punte molto elevate. Sono, pertanto, molto frequenti infezioni di tipo respiratorio, bruciori agli occhi, emicranie e stati di nausea. Nella capitale, a causa dell'altitudine e del tasso elevato di inquinamento, si consiglia cautela a chi ha problemi cardio-circolatori e di respirazione.
Esiste un modesto rischio malarico tanto sulla costa del Pacifico che su quella del Golfo. Numerosi rimangono ancora i casi di dengue nelle zone costiere presso insediamenti a forte emarginazione sociale, ma anche in prossimità di località turistiche della costa del Pacifico (in particolare nella zona di Acapulco).
Si segnala la presenza della febbre virale chikunguya in alcuni Stati federali: Guerrero, Oaxaca, Chiapas, Veracruz, Colima, Michoacan, Campeche, Morelos, Estado de Mexico, Jalisco, Yucatan, Nayarit, Tamaulipas, Coahuila; Baja California, Nuevo Leon, Quitana Roo, Tabasco. Il virus viene trasmesso tramite puntura di zanzara e causa forti febbri, dolori muscolari e articolari, mal di testa, nausee, stanchezza, eruzioni cutanee (i sintomi appaiono circa 4-8 giorni dopo la puntura di zanzara e la febbre viene spesso confusa con il dengue). Le Autorità sanitarie messicane hanno messo a disposizione un numero per contattare l’Unità per l’Intelligenza Epidemiologica e Sanitaria Nazionale 01 8000044800.
Sono stati riscontrati nel Paese casi di zika virus, malattia virale trasmessa dalla zanzara “aedes aegypti”, responsabile anche della dengue e della chikunguya.
Per ulteriori approfondimenti  si prega di consultare
la sezione Salute in viaggio – Malattie del viaggiatore – Zika Virus.

Si consiglia di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara. Per maggiori informazioni si prega di consultare la sezione Salute in viaggio – Precauzioni durante un viaggio - Misure preventive contro malattie trasmesse da puntura di zanzara della presente scheda.

In varie zone del Paese vengono periodicamente segnalati casi epidemici di congiuntivite (Tabasco, Yucatan, Chiapas), virus del Nilo (Sonora e Chihuaha).

Esiste un rischio di colera nelle zone rurali del Paese, nella periferia della capitale e nelle maggiori aree urbane. Il pericolo più diffuso, però, è quello di contrarre infezioni come epatiti (A e B), ameba e salmonella, causate dal consumo di alimenti (in particolare frutta, verdura e frutti di mare).

Continuano, anche se a livelli inferiori rispetto agli anni passati, i casi registrati di influenza aviaria (ceppo AHN3) e influenza suina (ceppo AH1N1).

In risposta alla pandemia sanitaria causata dal Covid-19, il governo ha dichiarato l'emergenza sanitaria nazionale e l'immediata sospensione di tutte le attività non essenziali nel settore pubblico e privato, che è stata ora prorogata fino al 30 maggio.
La popolazione è invitata a rimanere a casa, ove possibile, con particolare riferimento agli ultra sessantenni, alle persone con patologie pregresse, e alle donne incinte.
Gli alberghi non riceveranno più prenotazioni e solo alcuni sono autorizzati ad offrire una sistemazione limitata ai cittadini stranieri per motivi umanitari. Sono sconsigliati gli eventi che coinvolgono più di 50 persone.
I singoli stati del Messico stanno imponendo ulteriori misure e restrizioni; consultate il sito web del vostro governo locale per informazioni dettagliate su dove vivete.
Se si presentano sintomi è necessario richiedere l'assistenza sanitaria internazionale ("Sanidad Internacional") o chiamare il numero 800 0044 800 per ricevere assistenza dal personale addestrato del Ministero della Salute. Per ulteriori informazioni (in spagnolo), consultare il sito web del Ministero della Salute messicano: https://coronavirus.gob.mx/
Se vi trovate a Città del Messico, potete anche inviare gratuitamente un SMS con la dicitura "covid19" al 5151515 (servizio disponibile solo in spagnolo).

Il 18 maggio il Governo messicano ha presentato un programma di progressivo ritorno alla normalità, che a partire dal 1 giugno sarà differenziata su base statale attraverso un sistema a semaforo con 4 livelli: da quello “rosso” in cui resteranno in vigore le attuali restrizioni a quello verde di completa ripresa, anche delle scuole. Nei livelli intermedi resteranno limitazioni alle attività dei settore “non essenziali”, all'accesso agli spazi pubblici e misure specifiche per la tutela sul lavoro delle fasce vulnerabili (persone con più’ di 60 anni o affette da patologie croniche).
Non sono state fornite al momento indicazioni sulle soglie che determineranno la classificazione degli Stati nelle 4 categorie, mentre il Presidente ha già’ fatto sapere che non intende opporsi a Governatori o Presidenti municipali qualora questi decidano di non conformarsi allo schema proposto.
Anche il Governo di Città del Messico - che ha presentato cifre di contagi e decessi maggiori rispetto a quelle "ufficiali" diffuse dal governo e che verosimilmente sarà ancora nella categoria “rossa” al 15 giugno, con possibile estensione ad inizio luglio,  ha annunciato un proprio piano di riattivazione graduale con uno schema più’ articolato di classificazione delle attività’ economiche autorizzate a riaprire completamente o con restrizioni, mentre si prevede che gli uffici pubblici e privati continueranno ad operare in modalità di telelavoro. 
Per informazioni sul COVID-19,  si rimanda al Focus Coronavirus presente sulla home page di sito web.

Avvertenze

Si raccomanda di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese.
Si consiglia inoltre di:
evitare di bere acqua del rubinetto, bevande non in bottiglia, di non utilizzare ghiaccio;
non fare uso di cibi in vendita lungo le strade;
disinfettare le verdure fresche e la frutta;
consumare carne solo se ben cotta.

Vaccinazioni

Nessuna.
Consigliate, previo parere medico, le vaccinazioni contro epatite A e B, salmonella, morbillo.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Mobilita'

Patente
Nazionale se si guida una vettura propria; internazionale raccomandata se si noleggia una vettura ( modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).

Assicurazione auto
Le polizze di assicurazione estere non sono valide in Messico.

Assicurazione a breve termine: è possibile stipulare una assicurazione a breve termine della durata di un giorno o di una settimana al prezzo di 10-20 US $ al giorno. È possibile stipulare questo tipo di polizza sia prima di arrivare in Messico che alla frontiera.

Veicoli importati temporaneamente con/senza documenti doganali
Non è richiesto alcun documento doganale per l'importazione temporanea di veicoli in Baja California o nella fascia di 25 miglia dalla frontiera tra gli USA e il Messico. 
Per ulteriori informazioni:

SAT - Servicio de Administracion Tributaria
Av. Hidalgo 77, col. Guerrero
C.P. 06300 Ciudad de México
Tel.: 01 55 627 22 728
Internet:
http://www.sat.gob.mx/aduanas

Norme di guida
Senso di marcia: guida a destra, sorpasso a sinistra. Il sorpasso non è consentito in condizioni di visibilità insufficiente, per esempio nell'approssimarsi a una curva o a meno di 30 m. da un incrocio o da un passaggio a livello.
 L'uso del clacson è proibito a Città del Mexico; nel resto del paese è consentito in caso di necessità. Nel Distrito Federal di Mexico è consentito svoltare a destra al semaforo rosso. La notte, dalle 23 alle 5, agli incroci regolati da semaforo, i conducenti possono passare con semaforo rosso dopo essersi accertati che la strada sia libera.

Equipaggiamento obbligatorio
Cinture di sicurezza e seggiolini per bambini : Nella regione di Città del Messico (D.F.) è obbligatorio indossare le cinture su tutti i sedili della vettura. È proibito trasportare bambini sotto i 5 anni sui sedili anteriori.
Casco di protezione per motociclisti : Nella regione di Città del Messico (D.F.) è obbligatorio indossare un casco per guidare un ciclomotore, una motocicletta o un triciclo motorizzato.
Luci: Tutti i veicoli motorizzati a due/tre ruote devono avere i fari accesi 24 ore su 24. Questa prescrizione si estende a tutti i veicoli in caso di cattiva visibilità.
Triangolo: In caso di emergenza, il triangolo deve essere posto ad almeno 20 m. dal veicolo in zona urbana e ad almeno 100 m. in campagna.

Tasso alcolemico nel sangue 
Per coloro che volessero guidare un autoveicolo, si avverte che spesso la Polizia effettua controlli, anche in città, per la misurazione del tasso alcolemico del guidatore.

Limite consentito:
0,08%
0,05% per i conducenti di veicoli  per il trasporto merci leggero
0,00% per i conducenti di mezzi per il trasporto commerciale di passeggeri
Test di rilevamento: la polizia può fermare qualsiasi conducente sospettato di essere in stato di ebbrezza. Se il risultato del test dimostra che il tasso alcolemico supera il limite consentito, il conducente viene multato e trattenuto per un periodo da 12 a 36 ore in un centro ad hoc, mentre la patente viene sospesa per 15 gg.
 
Trasporti
La rete dei collegamenti aerei interni è sostanzialmente affidabile. Ciò consente di raggiungere anche i punti più lontani del Messico, evitando lunghi percorsi su strade non sempre agibili. 
Il circuito di autobus di linea è molto esteso, ma non sempre affidabile. Si consiglia, pertanto, di utilizzare autobus di “prima categoria” (denominati “de lujo”). 
La rete ferroviaria, decisamente obsoleta, viene utilizzata quasi esclusivamente per il trasporto delle merci. La linea ferroviaria più utilizzata dai turisti è la “Chichuahua – Los Mochis”, che attraversa la “barranca del cobre”.
Per coloro che volessero guidare un autoveicolo, si avverte che spesso la Polizia effettua controlli, anche in città, per la misurazione del tasso alcolemico del guidatore.
Se il risultato del test dimostra che il tasso alcolemico supera il limite consentito, il conducente viene multato e trattenuto per un periodo che può prolungarsi sino a 48 ore in un centro ad hoc, mentre la patente viene sospesa per 15 giorni.

Siti utili per i trasporti urbani:
www.metro.df.gob.mx

Per informazioni di carattere generale sulla sicurezza dei voli e sulle compagnie aeree dei Paesi cui è vietato operare nello spazio aereo UE in quanto non in regola con gli standard di sicurezza dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea, si consiglia di consultare la sezione  Sicurezza aerea curata in collaborazione con l’Enac ed il sito della Commissione Europea.

Informazioni fornite dal sito www.viaggiaresicuri.it - Ministero degli Affari Esteri.
Relativamente alle informazioni presenti in questa sezione, i singoli viaggiatori sono naturalmente i soli responsabili della decisione di intraprendere il viaggio e delle eventuali conseguenze negative che ne dovessero derivare.

Richiesta Informazioni